Cile, la legge contro la memoria

di Andrea Fagioli


SANTIAGO DEL CILE – Si taglieranno i contributi a tutte quelle organizzazioni impegnate nella difesa della Memoria storica: questo vuole la finanziaria del nuovo governo cileno di Piñera. Non si può cercare di ricostruire un’unità nazionale in Cile senza ricordare il passato recente della dittatura di Pinochet, denunciare le violazioni perpetrate e punire i colpevoli.

Continuar leyendo “Cile, la legge contro la memoria”

Anuncios

Sull’orlo di una crisi di rame

di Stella Spinelli

SANTIAGO – Si ferma la più grande miniera a cielo aperto del maggiore produttore di rame al mondo, il Cile. I lavoratori hanno incrociato le braccia il 4 gennaio in protesta contro i mancati aumenti salariali richiesti. Questo problema è una ‘gran gatta da pelare’ lasciata in eredità dal governo uscente di Bachelet al prossimo eletto il 17 gennaio.

Continuar leyendo “Sull’orlo di una crisi di rame”

Uno su quattro Mapuche è povero

mapuche

SANTIAGO – Uno su quattro Mapuche che abita nella regione di Araucanía, 700 chilometri a sud di Santiago, vive in condizioni di povertà, secondo una ricerca condotta dal Centro per gli studi (CEP). La realtà indigena, ancora spesso, è incompresa e bisfrattata dai governi progressisti dell’America latina.

Continuar leyendo “Uno su quattro Mapuche è povero”

Condannato l’ex-capo dei torturatori della Dina

cileSANTIAGO – Un po’ in tutta l’America latina cominciano ad arrivare le condanne degli ex-complici delle dittature degli anni ’70 e ’80 e dei responsabili di violazioni dei diritti umani. In Argentina la giustizia ha fatto grandi passi avanti nei processi contro i repressori, dopo l’abrogazione delle leggi che ne permettevano l’impunità disposte dall’ex-presidente Menem. Ma i desaparecidos non sono esistiti solo in Argentina. In Perù è stato condannato a 25 anni di prigione l’ex-presidente Alberto Fujimori. Ieri in Cile è stato condannato a 10 anni di carcere l’ex capo della Intelligenze (Dina), Manuel Contreras .

Continuar leyendo “Condannato l’ex-capo dei torturatori della Dina”

Continua la repressione contro i Mapuche

di Geraldina Colottimapuche«In Cile, la sitiuazione dei mapuche peggiora, la repressione continua – dice la poetessa Rayen Kvyeh al manifesto –. Nonostante le promesse della presidente Michelle Bachelet, si continua ad applicare la legge antiterrorismo del dittatore Pinochet. Per far condannare in quanto terroristi i mapuche che si battono per il recupero delle proprie terre, vengono prodotte prove inaccessibili alla difesa e testimoni falsi che depongono mascherati, pagati anche 50 milioni di pesos. Spese che figurano nel bilancio della Procura della repubblica». Continuar leyendo “Continua la repressione contro i Mapuche”