Comites di Bahía Blanca, tante le difficoltà per gli anziani

di Barbara Meo Evoli

Il presidente del Comites di Bahía Blanca Juan Carlos Paglialunga

CARACAS – Il presidente Juan Carlos Paglialunga spiega gli obiettivi per il 2011: aggiornare l’anagrafe dei connazionali iscritti all’Aire. La maggior parte dei giovani ammette: “non sono membri attivi dell’organismo, ma sono interessati solo al passaporto europeo”.

Continuar leyendo “Comites di Bahía Blanca, tante le difficoltà per gli anziani”

Comites di Morón, 24 mila assistiti in 13 anni

A sinistra il presidente del Comites di Morón Rotundo

di Barbara Meo Evoli

BUENOS AIRES – Il presidente del Comites di Morón Francesco Rotundo ha fatto un bilancio del 2010: pochi fondi per gli italiani all’estero e lunghe attese per i passaporti.

Continuar leyendo “Comites di Morón, 24 mila assistiti in 13 anni”

Néstor y lo que viene

Por Mempo Giardinelli


BUENOS AIRES – La politica di Nestor è stata molto discussa, ma sicuramente ha lasciato in Argentina segni indelebili positivi. Lo scrittore Giardinelli elenca i successi di sette anni di governo dei Kirchner (2003-2010).

Continuar leyendo “Néstor y lo que viene”

Morto l’ex presidente Kirchner si apre la corsa politica

di Mauro Mondello

“No lo puedo creer, ha muerto el presidente”. Sono le nove e mezza quando le radio argentine cominciano a diffondere l’incredibile notizia: “L’ex-presidente è morto”. Nestor Kirchner si è spento elle 9.15 del 27 ottobre, un attacco cardiaco lo ha stroncato durante una riunione politica nel sud del paese, a El Calafate, uno dei sui feudi elettorali.

Continuar leyendo “Morto l’ex presidente Kirchner si apre la corsa politica”

Pirelli investe 100 milioni di dollari in Argentina

BUENOS AIRES – La società italiana prosegue nella sua linea di investimenti all’estero in paesi in cui la mano d’opera e i servizi hanno un costo più basso. Il presidente Tronchetti Provera ha annunciato la settimana scorsa la disposizione di una somma ingentissima per uno stailimento nella provincia della capitale.

Continuar leyendo “Pirelli investe 100 milioni di dollari in Argentina”

Carcere all’ex-dittatore italo-argentino Bignone

L'ex dittatore italo-argentino Reynaldo Bignone

BUENOS AIRES – Lenta ma questa volta ineusaribile sta arrivando la giustizia anche per i desaparecidos argentini. L’ultimo dittatore italo-argentino della giunta militare, reunaldo Benito Bignone è stato condannato a 25 anni di carcere per delitti contro l’umanità.

Continuar leyendo “Carcere all’ex-dittatore italo-argentino Bignone”

Secondo desaparecido in democrazia

desaparecidosBUENOS AIRES – Non è la prima volta che nell’Argentina democratica scompaiono personaggi chiave che potrebbero incastrare gli esponenti del regime alle loro responsabilità. Nel 2006 scomparve Julio Lopez, dopo aver testimoniato nel processo contro l’ex-capo della polizia Miguel Etchecolatz. Oggi è scomparso un altro teste fondamentale per condannare un ex ‘pesce grosso’ della dittatura.

Continuar leyendo “Secondo desaparecido in democrazia”

Gli indigeni reclamano uno spazio nell’etere

radiodifusion

BUENOS AIRES – Il controllo dell’opinione pubblica argentina è senza dubbio il fondo delle dure lotte necessarie a modificare la legge sulla radiodiffusione, emanata durante la dittatura. Le grandi corporazioni non sono disposte a lasciare il potere che per decenni hanno utilizzato per manipolare la realtà e beneficiarsene. Ma gli indigeni oggi hanno deciso di far sentire la propria voce, dopo secoli di invisibilità imposta dallo stato.

Continuar leyendo “Gli indigeni reclamano uno spazio nell’etere”

Fuori dal mercato dei media le grande aziende

cristina fernandez

BUENOS AIRES – La Presidentessa argentina, Cristina Fernández di Kirchner, ha annunciato lunedì cambi nel progetto di legge dei Media Audiovisivi che si discute al Congresso, al fine di impedire che le grandi aziende telefoniche possano entrare nel mercato audiovisivo, offrendo, per esempio, quello che si conosce in altri paesi come triple play: telefonia, Internet e televisione via cavo. Fernandez ha detto no al monopolio di queste grandi aziende.

“Vogliamo così chiarire qualsiasi dubbio o sospetto di alcuni parlamentari vicini a noi, che temevano che si chiudesse con un monopolio per passare a un altro. Abbiamo l’assoluta volontà di togliere il monopolio a questo settore”, ha assicurato la Presidentessa.

Cristina Fernández ha convocato una conferenza stampa per annunciare questo cambiamento e ha difeso il progetto di legge chiedendo onestà intellettuale al momento di analizzarne i contenuti. “La nuova legge sostituirà un’altra che è in vigore dall’epoca della dittatura e che permetterà di ampliare il numero di voci”. Cristina Fernández ha assicurato che il progetto di legge non danneggia, in nessun caso, il contenuto dell’informazione che viene diffusa, “come esige il più completo rispetto alla libertà d’espressione”.

La destra si oppone alla nuova legge sulla tv

teleBUENOS AIRES – La Camera di Deputati dell’Argentina comincia oggi un dibattito in commissione sul progetto di Legge di Mezzi Audio visivi, ostacolato dall’opposizione e da gruppi imprenditoriali, ma che ha avuto l’appoggio dei partiti di centro sinistra, anche se con la condizione che si introducano delle modifiche. La legge ancora oggi in vigore è stata emanata durante la duttatura.

Continuar leyendo “La destra si oppone alla nuova legge sulla tv”

Esistono nuovi metodi di lotta alla droga

marijuana-leafLa Corte Suprema di Buenos Aires ha dichiarato che il possesso di marijuana per uso personale non è più un delitto. Come insegna la storia, il proibizionismo non ha mai funzionato. Invece di perdere tempo nel perseguire i piccoli consumatori, l’Argentina e il Messico hanno deciso di concentrarsi sulla lotta contro i pesci grossi. Mentre in Italia le leggi vanno in senso opposto.

Continuar leyendo “Esistono nuovi metodi di lotta alla droga”

Oggi comincia il vertice di Unasur fra le tensioni

unasur

Chi vincerà questa volta? I riflettori sono puntati sul tema delle basi colombiane aperte alle forze armate degli Stati Uniti. Da una parte c`’è la Colombia e dall’altra i paesi progressisti: Ecuador, Nicaragua, Bolivia e Venezuela.

Continuar leyendo “Oggi comincia il vertice di Unasur fra le tensioni”

Fernandez e Bachelet, donne di potere

Le presidenti di Cile e Argentina, Michelle Bachelet e Cristina Fernandez
Le presidenti di Cile e Argentina, Michelle Bachelet e Cristina Fernandez

Cristina Fernandez e Michelle Bachelet sono le prime due donne presidenti nella storia dell’America latina. Ma sono ancora troppo poche le donne al potere nel mondo. Le presidenti dell’Argentina e del Cile sono state incluse nella lista della rivista Forbes, diffusa ieri, tra le cento donne di potere del mondo all’undicesimo e ventiduesimo posto.

Continuar leyendo “Fernandez e Bachelet, donne di potere”

La lotta al narcotraffico in America latina funziona?

narcosIn Argentina, il 7 e l’8 agosto, si discute su ciò che nasconde la lotta al narcotraffico nella Prima conferenza latinoamericana sull’argomento. In Argentina oltre il 70 per cento dei condannati per reati di droga sono piccoli consumatori di cocaina o marijuana. La lotta al narcotraffico orchestrata dagli stati Uniti non riesce quindi a prendere i pesci grossi, o semplicemente non gli conviene condannarli? I fondi utilizzati per sconfiggere i narcos sono un giro d’affari enorme. Questi soldi non verranno utilizzati per ben altri fini?

di Stella Spinelli

Continuar leyendo “La lotta al narcotraffico in America latina funziona?”

A un quarto di secolo dalla fine della dittatura militare in Argentina, è stata fatta giustizia?

La responsabilità penale italiana del genocidio

Le ultime sentenze: le condanne per il “massacro di Fatima” e quella dell’ex-generale Menendez

Manifestazione dinanzi alla Sovrintendenza degli interni, la scritta dice "Coordinazione federale genocida"
Manifestazione dinanzi alla Sovrintendenza degli interni, la scritta dice "Coordinazione federale genocida"

«L’11 ottobre 1976, quando avevo 17 anni, ci hanno bloccato per la strada, ci hanno infilato una busta in testa e ci hanno sequestrato – racconta Fatima Cabrera con la voce tremante – hanno messo Patricio nel portabagagli della macchina, a me hanno piazzato sul sedile di dietro fra due dei sequestratori. Ci hanno portato al commissariato di zona, ci hanno picchiato a sangue e poi sempre con gli occhi bendati ci hanno condotto alla Centrale della polizia di Buenos Aires (oggi Sovrintendenza degli interni). Lì sono stata torturata tutta la notte e mentre soffrivo… potevo ascoltare le grida di tante altre persone che stavano subendo i miei stessi supplizi». Così ricorda ancora oggi una delle poche persone sopravvissute alle torture inflitte nei circa 520 campi di detenzione clandestina sparsi in tutta l’Argentina a partire dai primi anni ’70 e fino alla fine della dittatura militare.

Continuar leyendo “A un quarto di secolo dalla fine della dittatura militare in Argentina, è stata fatta giustizia?”

A 80 anni dalla nascita del “Che” Guevara

Nella sua città natale è stata eretta una statua realizzata con il bronzo donato da 15 mila persone

Inaugurazione della statua al Che
Inaugurazione della statua al "Che"

15 giugno 2008

Il Che Guevara: un simbolo, un ideale, un modello. Il 14 giugno avrebbe compiuto 80 anni se non fosse stato ucciso nelle montagne della Bolivia dall’esercito boliviano che represse la guerriglia comandata dallo stesso “Che”. Una figura che a 40 anni dalla sua morte risveglia ancora gli animi intorpiditi dal consumismo, fa sorgere aspirazioni e iniziative concrete, riesce a unire formalmente in una grande manifestazione i movimenti di sinistra di tutta l’America latina.

Continuar leyendo “A 80 anni dalla nascita del “Che” Guevara”

XXXI anniversario delle “Madri de la Plaza de Mayo”

Le madri dei desaparecidos argentini continuano a denunciare le ingiustizie del mondo

Intervista alla presidente dell’Associazione Hebe de Bonafini

Intorno all’obelisco della Plaza de Mayo di Buenos Aires sfilano una ventina di donne con sguardo fiero. In testa hanno un fazzoletto di mussola bianca e in mano una bandiera blu con scritto “Mai un passo indietro!” Continuar leyendo “XXXI anniversario delle “Madri de la Plaza de Mayo””

Storie di donne

Stela Maria Todaro
Stela Maria Todaro

Abbandonata dalla madre e adottata da una famiglia del quartiere della Boca, è stata abusata del patrigno, poi ha sopportato la violenza fisica e morale anche del primo e del secondo marito. Ha preso cura dei figli quando erano dipendenti del crack e malati di AIDS, ed è stata accanto a loro quando la morte li ha portati via, lei a 24 e lui a 26 anni. Ha perso un occhio per un colpo ricevuto per gelosia da un’altra donna. Da vent’anni è siero positiva per contagio del suo ex marito.

Stella Maris Todaro, 54 anni, oggi è la responsabile di un programma di prevenzione contro l’AIDS, organizza un programma settimanale nella Radio comunitaria Grafica e ha organizzato campagne di sensibilizzazione contro il Crack.

Continuar leyendo “Storie di donne”