Al via la Conferenza mondiale delle donne di base

di Barbara Meo Evoli

CARACAS – È iniziata venerdì 4 marzo la prima Conferenza mondiale delle donne di base a Caracas a cui partecipano le delegate di organizzazioni di oltre 40 paesi del mondo di 5 continenti diversi. L’incontro è autofinanziato dalle stesse partecipanti: collettivi, organizzazioni sociali e sindicali, movimenti femministi e donne presenti a titolo individuale.

Continuar leyendo “Al via la Conferenza mondiale delle donne di base”

La povertà in Italia e in America latina

Sono nove milioni i latinoamericani che cadranno in povertà quest’anno a causa della crisi, ossia il 33 per cento della popolazione. In Italia sono ben un milione e 700 i minorenni in povertà, ovvero il 23 per cento di questa fascia. Questi i dati dell’ultimo rapporto Onu. Più della metà di questi bambini hanno meno di undici anni e vivono nel Mezzogiorno. Il governo non ha ancora varato il piano per l’infanzia, oggetto di raccomandazione dell’Onu, che dovrebbe essere disegnato ogni due anni.

Continuar leyendo “La povertà in Italia e in America latina”

Uno su quattro Mapuche è povero

mapuche

SANTIAGO – Uno su quattro Mapuche che abita nella regione di Araucanía, 700 chilometri a sud di Santiago, vive in condizioni di povertà, secondo una ricerca condotta dal Centro per gli studi (CEP). La realtà indigena, ancora spesso, è incompresa e bisfrattata dai governi progressisti dell’America latina.

Continuar leyendo “Uno su quattro Mapuche è povero”

Un piatto caldo per gli anziani poveri

aperturaCARACAS – Da otto anni un gruppo di sette signore gestisce una mensa popolare presso la Chiesa Nostra Signora di Pompei a Caracas. Fino ad aprile ogni giovedì mangiavano circa 250 persone tra venezolani e italiani, oggi invece il piatto è servito solo a 40. A causa di minacce, urla e spesso porto d’armi, la Chiesa ha deciso di limitare l’utenza solo agli anziani italiani poveri. “La gente che veniva dai barrios pensava che la mensa fosse di Chávez” dice una delle signore che organizza il pasto. 

Continuar leyendo “Un piatto caldo per gli anziani poveri”

Brasile, donne all’opera per ridurre la violenza nelle favelas

Il contrasto fra ricchi e poveri
Il contrasto fra ricchi e poveri

Per combattere la criminalità è necessario comprenderne le cause. Considerando che i poveri in media in America latina sono 3 o 4 volte di più dei ricchi, la delinquenza non deriverà forse dal grosso divario fra ricchi e poveri? Succede allora che chi possiede di meno sottrae illecitamente al ricco. Da un lato è vero che il sistema, così come è architettato, non dà la possibilità a molti poveri di uscire dal proprio stato di miseria, dall’altro è vero che uscirne dipende anche molto dalla volontà e tenacia del singolo. I furti e le rapine derivano sicuramente anche da un sistema di valori in vigore nella società, per cui la felicità si raggiunge solo attraverso il consumo di beni. Il governo di Lula ha tentato di sconfiggere la delinquenza istruendo le donne che vivono nelle ‘favelas’. Sono state scelte le donne per la loro sensibilità, la loro capacità di ascolto e la loro capacità di farsi ascoltate senza imporsi. Le donne hanno il compito, secondo il programma, di individuare i giovani a rischio-criminalità e di portarli sulla buona strada offrendogli la possibilità di seguire corsi formativi tecnici.

Barbara Meo Evoli

Continuar leyendo “Brasile, donne all’opera per ridurre la violenza nelle favelas”

La donna riacquista la cittadinanza e la trasmette

La sentenza della Corte di Cassazione del 25 febbraio ha stabilito un precedente importante per le donne private della cittadinanza italiana a causa del matrimonio con uno straniero

Una donna migrante italiana con la propria famiglia
Una donna migrante italiana con la propria famiglia

CARACAS – “Gli articoli della legge 555 del 1912 che prevedono che, in caso di matrimonio con uno straniero, la donna perda la cittadinanza italiana e che non la trasmetta alla prole, sono senza ombra di dubbio discriminatori. La sentenza num. 4466 del 25 febbraio scorso della Corte di Cassazione è sicuramente molto importante poiché annulla l’effetto di tale legge, ma si applica solo al caso particolare della donna egiziana, Miriam E., che aveva fatto ricorso”. Così ha affermato l’avvocato civilista Teresina Giustiniano, membro del Comites di Caracas, che si dedica alla consulenza legale degli italo-venezolani all’estero.

Continuar leyendo “La donna riacquista la cittadinanza e la trasmette”

Ieri picchiate oggi non più

Parlano le ex utenti della casa Abrigo-Rifugio

CARACAS – Due vite colpite dalla violenza del marito e salvate dalla ‘Casa Abrigo’ diretta da Maria Santini: “Oggi non ho paura di lui, prima ero terrorizzata” afferma calmamente Nancy Siccha, 36 anni, fuoriuscita dalla ‘Casa’ tre anni fa, dopo che vi aveva trovato rifugio per 9 mesi. “Ho 4 figli e vivevamo in casa con lui. Era orribile – dice con un filo di voce – non avevo mai soldi e non potevo far niente. Non ho mai potuto pilotare la barca. Lui faceva di me quello che voleva. Ero abituata a che lui mi dicesse quello che dovevo fare. La mia famiglia è peruviana e ero sola a Caracas. Non sapevo proprio come uscire da quella situazione. Avevo una paura cane”. Continuar leyendo “Ieri picchiate oggi non più”