Forse presto la legalizzazione dell’aborto

abortoIl Perù vive un intenso dibattito attorno all’argomento della legalizzazione dell’eutanasia e dell’aborto. Il progetto dovrebbe permettere l’interruzione di gravidanza in caso di malformazioni congenite e violenza sessuale. Ma quando verrà riconosciuto alla donna il diritto a interrompere la gravidanza liberamente e gratuitamente entro il terzo mese?

Il diritto ad abortire è un corollario inevitabile del diritto fondamentale all’autodeterminazione e alla signoria sul proprio corpo. Non riconoscere questo diritto significa che qualcuno – non importa se singolo, comunità o Stato – può diventare padrone del corpo di una persona e farne il proprio strumento, irrompendo violentemente nella sfera più intima dell’altro.

Continuar leyendo “Forse presto la legalizzazione dell’aborto”

Anuncios

Fujimori pluricondannato

grupo colinaLIMA – L’ex presidente peruviano, Alberto Fujimori, e’ stato condannato a sei anni di reclusione per corruzione da un tribunale di Lima. Durante il processo, il quarto che viene celebrato a suo carico, il 71enne imputato ha ammesso di aver violato la legge disponendo intercettazioni telefoniche di giornalisti, imprenditori e politici di opposizione.

Continuar leyendo “Fujimori pluricondannato”

Onu, le terre devono rimanere agli indigeni

JORNADA PERULIMA – Dopo la forte repressione effettuata dalla polizia contro gli indigeni dell’Amazzonia peruviana, la Commissione dell’ Onu Cerd ha raccomandato al governo di non consentire alle compagnie petrolifere lo sfruttamento del sottosuolo. Per la prima volta la voce degli indigeni si è fatta sentire a livello internazionale, costando però la morte di decine di persone. Il governo di Alan García rispetterà il monito e non sottrarrà la terra e le sue risorse ai suoi abitanti per venderla ai colossi del petrolio?

Continuar leyendo “Onu, le terre devono rimanere agli indigeni”

Contro i leader indigeni dell’Amazzonia

peruUn giudice di Lima ha ordinato la cattura internazionale dei leader indigeni che hanno partecipato alla manifestazione contro la manovra del governo di Alan García tesa a privatizzare le risorse naturali dell’Amazzonia dello scorso 5 giugno. E i poliziotti e il ministro dell’Interno quando verranno imputati per avere, i primi attuato, e il secondo deciso il massacro?

Continuar leyendo “Contro i leader indigeni dell’Amazzonia”

Fujimori è stato condannato ad altri 7 anni di carcere

L’ex presidente peruviano Alberto Fujimori è stato condannato a sette anni e sei mesi di carcere per aver pagato 15 milioni di dollari al suo braccio destro, Vladimiro Montesinos, affinché facesse in modo di evitare un presunto golpe contro di lui. Cadono anche i presidenti!

LIMA – Questa è la terza sentenza contro l’ex presidente settantenne che governò il Perù tra il 1990 e il 2000. Prima è arrivata una condanna a 25 anni per aver ordinato i massacri di Barrios Altos (1991) e La Cantuta (1992), così come il sequestro del gironalista Gustavo Gorriti e dell’industriale Samuel Dyer, dopo l’autocolpo di stato del ’92. Ancora prima, nel dicembre 2007, dopo essere stato estradato dal Cile, venne condannato a sei anni, condanna già arrivata all’ultimo grado di giudizio, per aver ordinato la perquisizione illegale della trattoria di Trinidad Becerra, moglie di Montesinos.

Fujimori ha dichiarato che si appellerà per far annullare questo processo, durato solo otto giorni. La pena inflittagli è quasi la massima prevista per questo delitto: otto anni, quanto chiesto dal pubblico ministero. “Non si tratta di una sentenza politica, bensì giuridica”.

Perù, il pm chiede ulteriori 8 anni per Fujimori

L’ex-presidente peruviano Alberto Fujimori, condannato per violazioni ai diritti umani, affronta da oggi una nuova causa penale, del valore di 15 milioni di dollari. Fujimori era scappato nel 2000 in Giappone e poi si era rifugiato in Cile. A seguito dell’estradizione avvallata dal Tribunale supremo cileno, era stato finalmente condannato a 25 anni di reclusione per l’omicidio di 30 persone, sequestro di persona e violazione dei diritti umani. Molti reputano Fujimori un dittatore, visto che dopo l’autogolpe del 1992, con il quale furono praticamente cancellate le libertà democratiche, ha commissionato omicidi, rapimenti, violenze e torture. Alberto Fujimori

Continuar leyendo “Perù, il pm chiede ulteriori 8 anni per Fujimori”

Perù, il primo ministro si dimette e vincono gli indigeni

indigena indios peru

A seguito delle proteste degli indios contro la “legge sulla selva”,  con cui il governo intendeva liberalizzare lo sfruttamento delle risorse naturali della regione amazzonica, il parlamento ha ritirato il decreto in questione

LIMA – Il capo del Consiglio dei Ministri del Perù, Yehude Simon, ha rassegnato le dimissioni martedì scorso, assumendosi il prezzo politico degli scontri avvenuti lo scorso 5 giugno tra gli indigeni della regione amazzonica e le forze della polizia. L’episodio ha causato la morte di 24 poliziotti e di dieci civili.

Continuar leyendo “Perù, il primo ministro si dimette e vincono gli indigeni”