Perché Chavez ha rivinto. Oltre la propaganda

Perché dal 1999 ad oggi il Venezuela è stato classificato tra le dittature peggiori al mondo? Con quali prove e sulla base di quali parametri? Eccovi un decalogo dei diritti civili e politici rispettati in Venezuela, paradossalmente il paese delle “troppe libertà”.

Pubblicato sulla rivista Geopolitica: www.geopolitica-rivista.org/19120/perche-chavez-ha-rivinto-oltre-la-propaganda/

Lanciamo un appello al governo francese … affinché prenda consapevolezza della deriva antidemocratica d’un regime che … è indirizzato verso il totalitarismo” (Libération, 19/11/2007).

I principali osservatori indipendenti che hanno analizzato con attenzione la gestione di Chávez coincidono sul fatto che la autocrazia eletta bolivariana assomiglia ogni giorno di più a una normale dittatura” (El Mundo, 16/2/2009).

“‘Perchè il Campidoglio offre il suo patrocinio a una mostra a Roma sul dittatore Chavez?’ ha chiesto Giulio Santagata del Pd annunciando un’interrogazione parlamentare al ministro degli Esteri” (Repubblica, 2/3/2012).

Continuar leyendo “Perché Chavez ha rivinto. Oltre la propaganda”

Anuncios

Gli insulti di Uribe al Nobel per la pace argentino

Il premio Nobel per la Pace argentino Pérez Esquivel

BOGOTA’ – Quando delle dichiarazioni fastidiose confermate da una voce autorevole vengono pubblicate su un quotidiano importante come il Washington Post perfino lo stesso presidente colombiano scende in campo per nascondere i propri misfatti. Uribe ha infatti apertamente insultato il premio Nobel per la Pace argentino Pérez Esquivel per aver raccolto la testimonianza di un poliziotto colombiano sulle operazioni organizzate in combutta con i paramilitari.

Continuar leyendo “Gli insulti di Uribe al Nobel per la pace argentino”

Una goccia di giustizia: condannati sei militari colombiani

Colombia Independence Day

BOGOTÀ – Sono centinaia i contadini, lavoratori e sindacalisti uccisi dai paramilitari e dai militari in Colombia. Si tace su questo massacro ma ci sono tante prove, tra cui i ritrovamenti delle fosse comuni. Ieri sono stati condannati 6 militari colombiani per aver ucciso un agricoltore nel 2006. Una goccia di giustizia nell’oceano delle violazioni dei diritti umani nel paese.

Continuar leyendo “Una goccia di giustizia: condannati sei militari colombiani”

Responsabilizzato il governatore di Oaxaca per la protesta della Appo

appoE’ lenta la giustizia ma a volte arriva. I responsabili della repressione contro la Appo verranno puniti. La protesta dei maestri che nel 2006 esigevano un aumento di stipendio si era trasformata in una lotta di ben più ampio respiro: aveva coinvolto studenti, operai, disoccupati, professionisti e mirava a far cadere il governatore di Oaxaca per impiantare un sistema diverso che includesse tutte le forze sociali. La Corte suprema del Messico ha ritenuto responsabili di diverse violazioni dei diritti umani sia il governatore che il capo della polizia, ma non il presidente della repubblica Vicente Fox che aveva mandato l’esercito a reprimere nel sangue (venti morti, decine di desaparecidos, di feriti e di detenuti) la protesta.

Continuar leyendo “Responsabilizzato il governatore di Oaxaca per la protesta della Appo”

Uno su quattro Mapuche è povero

mapuche

SANTIAGO – Uno su quattro Mapuche che abita nella regione di Araucanía, 700 chilometri a sud di Santiago, vive in condizioni di povertà, secondo una ricerca condotta dal Centro per gli studi (CEP). La realtà indigena, ancora spesso, è incompresa e bisfrattata dai governi progressisti dell’America latina.

Continuar leyendo “Uno su quattro Mapuche è povero”

Condannato l’ex-capo dei torturatori della Dina

cileSANTIAGO – Un po’ in tutta l’America latina cominciano ad arrivare le condanne degli ex-complici delle dittature degli anni ’70 e ’80 e dei responsabili di violazioni dei diritti umani. In Argentina la giustizia ha fatto grandi passi avanti nei processi contro i repressori, dopo l’abrogazione delle leggi che ne permettevano l’impunità disposte dall’ex-presidente Menem. Ma i desaparecidos non sono esistiti solo in Argentina. In Perù è stato condannato a 25 anni di prigione l’ex-presidente Alberto Fujimori. Ieri in Cile è stato condannato a 10 anni di carcere l’ex capo della Intelligenze (Dina), Manuel Contreras .

Continuar leyendo “Condannato l’ex-capo dei torturatori della Dina”