A volte l’aiuto consolare serve

di Barbara Meo Evoli

MARACAIBO – Sisto Agrippino è stato colpito da un blocco respiratorio e ricoverato presso l’Ospedale Centrale pubblico di Maracaibo dove non vi era disponibilità dei farmaci necessari. Subito dopo è intervenuto il Consolato italiano erogando un sussidio e fornendo dei medicinali all’anziano italiano emigrato negli anni ’50.

Continuar leyendo “A volte l’aiuto consolare serve”

Anuncios

Maracaibo, l’appello degli anziani italiani: “Non ci dimenticate”

di Barbara Meo Evoli

MARACAIBO – Ieri un gruppo di cinquanta persone ha manifestato davanti al Consolato per chiedere il rimborso delle spese per i farmaci e un’assicurazione per le cure mediche. Visto che il sistema sanitario venezuelano presenta delle carenze, i connazionali in difficoltà si appellano alle istituzioni italiane, anche se le tasse in Italia non le hanno mai pagate.

Continuar leyendo “Maracaibo, l’appello degli anziani italiani: “Non ci dimenticate””

Timore per gli espropri e paura dei sequestri

Prima dell’arrivo del ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, ecco le preoccupazioni dei soci dell’esclusivo Club Italo-venezolano

Il ministro delle Infrastrutture e trasporti Altero Matteoli
Il ministro delle Infrastrutture e trasporti Altero Matteoli

CARACAS – Essere espropriati della propria casa? E’ un rischio secondo la metà degli italiani intervistati presso l’esclusivo Centro Italiano venezolano (Civ). Prima dell’arrivo a Caracas del ministro delle Infrastrutture e trasporti, Altero Matteoli, abbiamo chiesto agli italiani ricchi residenti in Venezuela quali sono le loro esigenze e i problemi.

Continuar leyendo “Timore per gli espropri e paura dei sequestri”

Ledezma, candidato dell’opposizione e figlio di un italiano fa campagna elettorale nelle favelas di Caracas

Uno dei vecchi politici della Quarta Repubblica (1830-1999) adesso si mostra preoccupato per le fascie povere della popolazione

 

 

Ledezma finge di voler tornare nelle favelas dopo le elezioni
Ledezma finge di voler tornare nelle favelas dopo le elezioni

 

  

CARACAS – Il candidato per l’alcaldia mayor di Caracas e figlio di un italiano, Antonio Ledezma, si è recato ieri in piena campagna elettorale a Propatria, una delle zone povere dell’ovest della capitale, per dimostrare che la sua attenzione non andrà unicamente ai quartieri ricchi della città, ma anche alle zone che sono state sempre abbandonate a se stesse.

“Mio padre – ha dichiarato l’avvocato Ledezma alla Voce d’Italia – è sempre stato un padre per me. Era di Avellino e il cognome è Bruno”. L’ex sindaco del municipio Libertador non è mai stato riconosciuto dal padre, ma come altri candidati per le prossime elezioni regionali è discendente di un immigrato italiano. 

Continuar leyendo “Ledezma, candidato dell’opposizione e figlio di un italiano fa campagna elettorale nelle favelas di Caracas”

Barrio Adentro: medici e infermieri, mancano risorse e non ci pagano

CARACAS – Sono passati ormai cinque anni da quando è stata lanciata la Missione Barrio Adentro I, il più celebre programma sociale promosso dal governo di Hugo Chávez. L’obiettivo della Missione è quello di garantire il diritto alla salute alla popolazione di scarse risorse economiche in tutte le regioni del Venezuela. E’ ormai da un anno che i dentisti e gli infermieri di Barrio Adentro I di Caracas si sono mobilitati affinché gli siano riconosciuti i minimi diritti come dipendenti pubblici.
Continuar leyendo “Barrio Adentro: medici e infermieri, mancano risorse e non ci pagano”