Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘opposizione’

di Barbara Meo-Evoli

polizia-venezuela (1).jpg

Primo trimestre del 2016: 4.696 omicidi. Sei dirigenti chavisti uccisi negli ultimi due anni.

La testimonianza di un abitante di una zona popolare controllata da una banda criminale in cui da un anno non entra la polizia. Gli assassini di agenti delle forze dell’ordine sono pagati dalla criminalità organizzata in contanti in moneta locale tra 750 e 1.500$

(altro…)

Read Full Post »

CARACAS – Domenica 26 settembre a sera le strade erano deserte, i locali chiusi, Caracas era silenziosa come non mai. I venezuelani erano incollati davanti ai televisori nell’attesa dei risultati delle legislative. I tempi della vita in Venezuela sono scanditi dalle votazioni, nei mesi prima di un appuntamento elettorale sembra che tutti trattengano il fiato, gli imprenditori non investono, i lavoratori non reclamano, perfino i bambini percepiscono la tensione.

(altro…)

Read Full Post »

AVILA TV è la televisione comunitaria nata tre anni fa a Caracas

 

La televisione comunitaria Avila tv

La televisione comunitaria Avila tv

 

 

CARACAS – Una gran folla fa avanti e indietro nell’edificio Phelps sull’Avenida Urdaneta in pieno centro di Caracas. Facce preoccupate, dita che martellano i tavoli dove si lavora, gente che corre su e giù per le scale, un buttafuori sbarra l’ingresso ai volti non conosciuti quando normalmente quella porta è sempre spalancata. Questa la sensazione di ansia collettiva che serpeggiava martedì nella sede della televisione comunitaria Avila tv.

Brasiliani, cileni, colombiani, argentini, nordamericani ma anche tanti italiani che lavorano nella televisione si aggiravano indaffarati per i corridoi con il timore che da un momento all’altro arrivasse il movimento studentesco di opposizione per impadronirsi delle installazioni, cedute tre anni fa dall’Alcaldia metropolitana al canale.

(altro…)

Read Full Post »

GOVERNATORI E SINDACI IN VENEZUELA SI VOTA

Il seggio dove ha votato il presidente Hugo Chavez

Il seggio dove ha votato il presidente Hugo Chavez

CARACAS – Giovedì sotto piogge torrenziali si è chiusa a Caracas e nel resto del paese un’interminabile e infervorata campagna elettorale, cominciata formalmente in settembre ma in realtà dall’inizio dell’anno. Oggi si vota qui in Venezuela per la carica di governatore dei 22 stati della repubblica e nel Distretto federale di Caracas e per la carica di sindaco in 328 municipi. Più che per elezioni amministrative la campagna ha via via assunto i toni di elezioni presidenziali, con il presidente Hugo Chávez in prima fila, e l’opposizione per converso impegnata a sbarrargli la strada ancora prima che a sostenere i propri candidati locali. Lo scontro, come al solito nel decennio del Venezuela chavista, è stato rovente e senza esclusione di colpi, in un susseguirsi incessante di accuse e contro-accuse.
L’interdizione che ha impedito a un gran numero di candidati di entrambi gli schieramenti di presentarsi al voto, il «valigia-gate», il pacchetto di 26 leggi approvate dall’Assemblea nazionale, il finanziamento al Psuv (il Partido socialista unido de Venezuela), il caso Nixon Moreno sono stati alcuni degli argomenti utilizzati per delegittimare il governo bolivariano e vendere l’immagine stereotipata di un Chávez dittatore.

(altro…)

Read Full Post »

A seguito delle accuse di partecipare al golpe e di finanziare l’opposizione, gli Usa inseriscono il paese nella lista nera degli stati che non lottano contro il narcotraffico

Lambasciatore di Bolivia denuncia un tentativo di colpo di stato civile

L'ambasciatore di Bolivia denuncia un tentativo di colpo di stato civile

L’ambasciatore di Bolivia denuncia un tentativo di colpo di stato civile

CARACAS – L’ambasciatore di Bolivia in Venezuela ha denunciato il tentativo di un colpo di stato contro il governo di Evo Morales e i crimini contro l’umanità commessi dal prefetto della regione di Pando Leopoldo Fernandez contro una trentina di contadini indigeni.
Jorge Alvarado Rivas ha confermato alla Voce d’Italia che gli atti violenti e gli omicidi compiuti l’11 settembre scorso nella località “El Porvenir” sono stati commessi da paramilitari addestrati da gruppi armati colombiani e finanziati dalla prefettura della regione. “Fernandez – ha dichiarato Alvarado – è sicuramente l’autore intellettuale dei delitti contro l’umanità, anche perché fra i morti del giorno del massacro vi sono due funzionari della prefettura”.
(altro…)

Read Full Post »

Reyes Villa: l’unico prefetto che non si sottoporrà al referendum revocatorio

Centinaia di macchine, moto, biciclette, camion e autobus hanno sfilato il 27 luglio

Centinaia di macchine, moto, biciclette, camion e autobus hanno sfilato il 27 luglio

COCHABAMBA, Bolivia – Per le strade l’aria è tesa, la gente è in attesa, i locali chiudono presto e sono quasi vuoti la sera, giovani, adulti e anziani rimangono inchiodati dinanzi alla tv per ascoltare il telegiornale e dibattere su quello che accadrà.

(altro…)

Read Full Post »