Liberato il commerciante Antonio Grassano

di Barbara Meo Evoli

CARACAS – Venerdì è stato liberato dalla polizia scientifica Cicpc il commerciante di origine italiana Antonio Grassano Urbina di 33 anni che era stato sequestrato il primo marzo nella zona El Milagro a Maracay. Il capo della banda di sequestratori si trovava in prigione al momento del delitto.

Continuar leyendo “Liberato il commerciante Antonio Grassano”

Anuncios

Omicidio Petricca, la polizia segue la pista della banda dei rapinatori d’auto

di Barbara Meo Evoli

CARACAS – Potrebbe trattarsi di una banda che si dedica a rapinare le automobili e che ha ucciso altre tre persone negli ultimi due mesi. Questo quello che emerge dalle indagini svolte dalla polizia scientifica Cicpc sull’omicidio di Glauco Petricca di domenica scorsa.

Continuar leyendo “Omicidio Petricca, la polizia segue la pista della banda dei rapinatori d’auto”

Zulia, un italiano rapito nella sua azienda agricola

MARACAIBO – Nel 2009 sono stati più di 500 i sequestri di persona in Venezuela, secondo i dati dell’ong Provea. È stato rapito un anziano italo-venezolano mentre si trovava nella sua tenuta nello stato Zulia, sulla costa orientale del lago di Maracaibo.

Continuar leyendo “Zulia, un italiano rapito nella sua azienda agricola”

Omicidio Astore, tre su quattro dei delinquenti arrestati sono poliziotti

PORLAMAR – Tre dei quattro autori dell’omicidio di Emiliano Astore sono degli agenti della Polizia di Nueva Esparta. Così è stato annunciato dal commissario della Cicpc di Margarita, José González, ieri in conferenza stampa.

Continuar leyendo “Omicidio Astore, tre su quattro dei delinquenti arrestati sono poliziotti”

Si aprirà un nuovo vice-consolato a Barquisimeto

Nei giorni scorsi l’Ambasciatore Luigi Macotta e il Console generale Giovanni Davoli hanno incontrato il sindaco di Valencia, Edgardo Parra, e il governatore dello stato Lara, Henri Falcón. A breve l’apertura del Vice-consolato di Barquisimeto, nella speranza che funzioni!

Il Console generale del Venezuela Giovanni Davoli
Il Console generale del Venezuela Giovanni Davoli

 

 CARACAS – Nei giorni scorsi l’Ambasciatore d’Italia in Venezuela, Luigi Macotta, e il Console generale, Giovanni Davoli, si sono recati a Barquisimeto e Valencia per consolidare i legami con la comunità italiana e incontrare le autorità venezolane.

Continuar leyendo “Si aprirà un nuovo vice-consolato a Barquisimeto”

Il giallo dell’italiano ucciso a Playa Colorada

luca truffa

di Monica Vistali

I cari di Luca Truffa, piemontese ucciso a Puerto La Cruz, termineranno a breve il loro triste soggiorno in Venezuela. Erano venuti in cerca di risposte. Ma degli assassini, ancora nessuna traccia.

CARACAS – Sono accorsi dall’Italia appena hanno saputo dell’omicidio del loro caro. Hanno parlato con tutti, interrogato, cercato di capire. Ora, senza risposte definitive, torneranno a casa. Perchè il nome di chi ha premuto il grilletto contro Luca Truffa Giachet, piemontese di 42 anni, assassinato a Playa Colorada lo scorso 6 luglio, è ancora sconosciuto. Si sa solo di una rapina ad opera di tre uomini. Nulla più.

Continuar leyendo “Il giallo dell’italiano ucciso a Playa Colorada”

Brasile, donne all’opera per ridurre la violenza nelle favelas

Il contrasto fra ricchi e poveri
Il contrasto fra ricchi e poveri

Per combattere la criminalità è necessario comprenderne le cause. Considerando che i poveri in media in America latina sono 3 o 4 volte di più dei ricchi, la delinquenza non deriverà forse dal grosso divario fra ricchi e poveri? Succede allora che chi possiede di meno sottrae illecitamente al ricco. Da un lato è vero che il sistema, così come è architettato, non dà la possibilità a molti poveri di uscire dal proprio stato di miseria, dall’altro è vero che uscirne dipende anche molto dalla volontà e tenacia del singolo. I furti e le rapine derivano sicuramente anche da un sistema di valori in vigore nella società, per cui la felicità si raggiunge solo attraverso il consumo di beni. Il governo di Lula ha tentato di sconfiggere la delinquenza istruendo le donne che vivono nelle ‘favelas’. Sono state scelte le donne per la loro sensibilità, la loro capacità di ascolto e la loro capacità di farsi ascoltate senza imporsi. Le donne hanno il compito, secondo il programma, di individuare i giovani a rischio-criminalità e di portarli sulla buona strada offrendogli la possibilità di seguire corsi formativi tecnici.

Barbara Meo Evoli

Continuar leyendo “Brasile, donne all’opera per ridurre la violenza nelle favelas”