“Mistero di Los Roques”, i parenti reclamano giustizia

La procuratrice generale Ortega Díaz ha assicurato martedì alla delegazione italiana che le indagini non si fermeranno fino a quando non si imputeranno delle responsabilità

L'ammiraglio Vitaloni, il familiare di una vittima Manuel Alcalà con i suoi due legali, Riccardo Tropiano, Deborah Napoli e il comandante Mario Pica
L'ammiraglio Vitaloni, il familiare di una vittima Manuel Alcalà con i suoi due legali, Riccardo Tropiano, Deborah Napoli e il comandante Mario Pica

CARACAS – “Siamo venuti per reclamare giustizia”. Così afferma Riccardo Tropiano, il rappresentante legale della coppia di italiani che si trovava sull’aeromobile scomparso nel nulla il 4 gennaio 2008.

Subito dopo l’incontro organizzato dall’Ambasciata d’Italia con la magistratura venezolana, Tropiano, che oltre a legale è cognato di una delle vittime dell’incidente, afferma: “Siamo venuti in Venezuela perché si è chiusa una seconda fase delle indagini. Si pensava di aver avvistato una parte dell’aereo e invece era una roccia. E non è la prima volta che succede”. Affinché non venisse chiuso il caso, sono venuti a far sentire la propria voce i parenti di una delle vittime e gli esperti della Farnesina.

Continuar leyendo ““Mistero di Los Roques”, i parenti reclamano giustizia”

Anuncios