La presidente della Consulta degli emiliani nel mondo in visita in Venezuela

di Barbara Meo Evoli

La console di Caracas Cuppellini, il presidente della Casa d'Italia Lualdi, Bartolini e la presidente dell'associazione degli emiliani Vannini

CARACAS – La presidente della Consulta Silvia Bartolini ha assicurato che, in collaborazione con le associazioni, l’anno prossimo si svolgerà una manifestazione culturale in Venezuela. Ha sostenuto poi: “La Regione non finanzia le sedi e le feste delle organizzazioni, ma unicamente i progetti che vincono i bandi”.

Continuar leyendo “La presidente della Consulta degli emiliani nel mondo in visita in Venezuela”

Il Partito democratico viene a Caracas

di Barbara Meo Evoli

CARACAS – Si sono svolte tra il 18 e il 21 per la prima volta le riunioni del coordinamento Sudamerica del Partito democratico a Caracas. Presenti tre rappresentanti provenienti da Argentina, Brasile e Colombia e il deputato Porta.

Continuar leyendo “Il Partito democratico viene a Caracas”

Omicidio Petricca, la polizia segue la pista della banda dei rapinatori d’auto

di Barbara Meo Evoli

CARACAS – Potrebbe trattarsi di una banda che si dedica a rapinare le automobili e che ha ucciso altre tre persone negli ultimi due mesi. Questo quello che emerge dalle indagini svolte dalla polizia scientifica Cicpc sull’omicidio di Glauco Petricca di domenica scorsa.

Continuar leyendo “Omicidio Petricca, la polizia segue la pista della banda dei rapinatori d’auto”

Un altro assassinio nell’anarchia di Caracas

CARACAS – È stato ucciso a bruciapelo Glauco Petricca mentre era al volante della sua jeep a Caracas. Il commerciante italo-venezolano, nipote dei proprietari dell’Università Santa Maria, ha ricevuto un colpo di pistola alla testa, mentre cercava di opporsi a una rapina.

Continuar leyendo “Un altro assassinio nell’anarchia di Caracas”

Dietro le sbarre – La vita in carcere: una lotta per non soccombere

di Barbara Meo Evoli

LOS TEQUES – Le detenute italiane nell’Inof di Los Teques raccontano la loro esperienza: le minaccie, le armi bianche, la droga. “Per star tranquille basta star lontane dalle malandras”
Continuar leyendo “Dietro le sbarre – La vita in carcere: una lotta per non soccombere”

La conferenza sugli scrittori che hanno fatto l’Unità d’Italia

di Barbara Meo Evoli

Il prof. Gianni Oliva e la direttrice dell'Iic

CARACAS – Vivere lontano dall’Italia, e perfino dall’altra parte dell’oceano, non spezza il legame fra gli emigranti e il proprio paese d’origine. Anzi. Secondo il professore Gianni Oliva che ha tenuto ieri la conferenza ‘L’unità nella letteratura’, “gli italiani all’estero sono quelli che sentono di più l’importanza dei 150 anni dell’unità d’Italia”.

Continuar leyendo “La conferenza sugli scrittori che hanno fatto l’Unità d’Italia”

Un passo avanti nel cammino verso l’emancipazione della donna

di Barbara Meo Evoli

CARACAS – Ieri si è svolto a Caracas il corteo che ha concluso la prima Conferenza mondiale delle donne della base a cui ha partecipato anche la delegazione italiana. Le oltre mille partecipanti hanno denunciato le disparità di trattamento rispetto all’uomo e hanno chiesto che sia depenalizzato l’aborto in tutto il mondo.

Continuar leyendo “Un passo avanti nel cammino verso l’emancipazione della donna”

Al via la Conferenza mondiale delle donne di base

di Barbara Meo Evoli

CARACAS – È iniziata venerdì 4 marzo la prima Conferenza mondiale delle donne di base a Caracas a cui partecipano le delegate di organizzazioni di oltre 40 paesi del mondo di 5 continenti diversi. L’incontro è autofinanziato dalle stesse partecipanti: collettivi, organizzazioni sociali e sindicali, movimenti femministi e donne presenti a titolo individuale.

Continuar leyendo “Al via la Conferenza mondiale delle donne di base”

La storia del Venezuela dipinta tra il sacro e il profano

di Barbara Meo Evoli

La Vergine Maria di Corrado Gelardini

CARACAS – È aperta l’esposizione ‘A sud del Tropico’ del pittore italiano Corrado Gelardini presso il Museo di Bellas Artes. I colori intensi si mescolano ai materiali poveri per raffigurare gli eroi nazionali del Venezuela.

Continuar leyendo “La storia del Venezuela dipinta tra il sacro e il profano”

Un pranzo di Natale offerto agli anziani poveri

CARACAS – Il pasto, a cui ha assistito il Nunzio apostolico, si è svolto presso la Chiesa N. S. di Pompei. Le signore che gestiscono la mensa settimanale per gli italiani in difficoltà hanno preparato un menù speciale. Non tutti quindi gli italiani del Venezuela possono permettersi di entrare al Club Italo (l’ingresso costa 100 Bs), né soffrono il rischio dei sequestri di persona. Sono solo una piccola percentuale i più fortunati.

Continuar leyendo “Un pranzo di Natale offerto agli anziani poveri”

Saverio Cecere, “L’immagine: il miglior modo per comunicare”

CARACAS – Si è tenuta mercoledì 25 novembre presso la fondazione Celarg a Caracas la conferenza dell’artista italo-venezuelano “Arte e tecnologia” presentata attraverso un video. L’immagine comunica più di qualsiasi parola: questo il messaggio lanciato.

Continuar leyendo “Saverio Cecere, “L’immagine: il miglior modo per comunicare””

Un orgasmo del palato

Gli antipasti del ristorante L'IncontroCARACAS – Il Festival gastronomico italiano presso il ristorante L’incontro nell’hotel Alba di Caracas offre piatti tipici e fusioni tra diverse gastronomie in un ambiente mediterraneo. La setttimana di Festa delle invenzioni culinarie e dei sapori di tutta Italia termina domani.

Continuar leyendo “Un orgasmo del palato”

L’omaggio alle Forze armate italiane a Caracas

Il console Davoli, il preside della Codazzi Incerpi, l'Ambasciatore Maccotta, l'Addetto militare Paticchio e il preside della Bolivar y Garibaldi MilazzoCARACAS – La celebrazione del 4 novembre si è svolta ieri presso la scuola Codazzi. Presenti l’Addetto militare dell’Ambasciata d’Italia Paticchio, l’Ambasciatore Maccotta e il Console generale Davoli per rendere omaggio ai caduti italiani, in particolare quelli recenti: i 6 parà uccisi a Kabul.

 

Si è reso anche omaggio ai funzionari delle Forze armate che difendono la pace e la democrazia in Italia e nelle missioni all’estero. Forse allora non bisognerebbe fare un giorno di Festa per ogni professione? Perché non festeggiare il giorno degli operai che costruiscono le case essenziali all’umanità? Anche loro muoiono esercendo il loro lavoro. E sono tanti.

Continuar leyendo “L’omaggio alle Forze armate italiane a Caracas”

Il concerto con Calle 13 a Caracas

calle 13CARACAS – Un ‘concertone’, quello di sabato a Caracas. Si è anche esibito il gruppo portoricano Calle 13. Il cantante alternativo René Perez aveva sbalordito il pubblico e la stampa all’ultima premiazione di Mtv America latina, in cui si era manifestato contrario all’installazione di basi statunitensi in Colombia e in generale contro la politica uribista. Migliaia di persone erano presenti al concerto gratuito, in cui il musicista non ha fatto dichiarazioni politiche.

Continuar leyendo “Il concerto con Calle 13 a Caracas”

Rispettare e ammirare le meraviglie della natura

apertura expo“Se si vuole salvare l’umanità dall’autodistruzione, bisogna distribuire meglio le ricchezze e le tecnologie che sono disponibili nel pianeta. Meno lusso e spreco in quei pochi paesi affinché ci sia meno povertà e fame in gran parte della Terra. Che scompaia la fame e non l’uomo”. Fidel Castro Ruz, 1992

CARACAS – Stiamo distruggendo il nostro pianeta e se non smettiamo in tempo sarà troppo tardi. Questo il messaggio lanciato dalla mostra ‘Biodiversità: ispirazione pittorica’ in cui partecipa anche l’italo-venezolano Leo Gerulewicz.

Continuar leyendo “Rispettare e ammirare le meraviglie della natura”

La fatica dell’essere umano che cerca di evolvere

Lo scultore italo-venezolano Erasmo De Zotti espone durante il mese di luglio presso il Centro d’Arte Daniel Suárez a Caracas. L’artista autodidatta rappresenta la fusione tra il Mediterraneo e l’America latina. De Zotti e Suárez riconoscono che la nuova politica culturale si basa sulla promozione degli artisti locali, quando invece prima si dava maggiormente spazio agli europei. Le opere di De Zotti pongono delle domande agli spettatori, e, come in un sogno, esprimono suggestione e inquietudine. 

Scultura esibita nell'esposizione "Forme dell'alterità"
Scultura esibita nell'esposizione "Forme dell'alterità"

 

CARACAS – “La fatica dell’essere umano che cerca di evolvere con pochi strumenti”. Questo è quello che lo scultore Erasmo De Zotti vorrebbe trasmettere attraverso le sue opere, oggi esposte presso il Centro d’arte Daniel Suárez a Caracas.

L’artista autodidatta innamorato della scultura veste semplicemente e, seduto su una piccola sedia di legno, pulisce l’ultima statua arrivata. Poche parole ma intense. Le sue opere parlano per lui.

Continuar leyendo “La fatica dell’essere umano che cerca di evolvere”

“Amare tutte le persone che si incontrano”

 

padre Gino


CARACAS – Ogni parola esprime pace. Ogni sguardo amore verso il prossimo. Gino Bologna, nato a Torino, ha aderito 49 anni fa al movimento dei Focolari e vive da quattro anni a Caracas.

La sua è stata “una vocazione nella vocazione” come lui stesso definisce. Dopo quasi mezzo secolo di vita in varie comunità focolari in Argentina, a Roma e Firenze, ha deciso di prendere i voti. Ha ricevuto l’ordinazione a 65 anni ed è stato chiamato “a celebrare la messa per i compagni della comunità in Venezuela”.

“L’esperienza in questo paese – spiega padre Gino con le mani incrociate sulle ginocchia – mi ha fatto crescere molto l’amore per tutte le persone che incontro. Sono molto contento di stare qui”.

Continuar leyendo ““Amare tutte le persone che si incontrano””

La ‘rumba’ a Caracas: viaggio nel mondo della droga e dell’alcool

L’ultimo rapporto dell’Osservatorio europeo sulle droghe rileva che anche in Europa è aumentato il consumo di cocaina nei giovani tra i 15 e i 24 anni

CARACAS – Una vecchia casetta che si nasconde fra le piante in una stradina di Sabana grande. Gente di tutte le età chiacchiera in piedi con un bicchiere di cuba libre in mano, dinanzi alla grata dell’entrata del Manì: locale storico di Caracas. Nel bar sono sparse sedie e tavolini di ferro rustici, sul bancone curvilineo la gente si appoggia con i gomiti mentre fuma lentamente una sigaretta Belmont e si guarda attorno.

“Io bevo per disinibirmi, per essere socievole, per stare bene. E’ difficile sentire un benessere simile a quello che si prova bevendo dell’alcool” sostiene una giovane ragazza italo-venezuelana fisioterapista mentre sorseggia una birra sorridendo. “Uno beve per ubriacarsi e quando ti piace un ragazzo bevi di più per avvicinarlo più facilmente” spiega l’amica seduta al tavolo con aria stupita dalla domanda.

Continuar leyendo “La ‘rumba’ a Caracas: viaggio nel mondo della droga e dell’alcool”

I giovani e la fede: i ‘nuovi cristiani’ e i salesiani

A confronto la chiesa cristiana nella zona povera di Caracas dove risiedevano gli immigrati italiani arrivati in Venezuela nel dopoguerra e il Colegio Don Bosco della zona agiata della città

La chiesa cristiana di San Martin a Caracas "Smetti di soffrire"
La chiesa cristiana "Smetti di soffrire" a San Martin

CARACAS – Quattro colonne doriche, un timpano di cemento, la raffigurazione di una colomba della speranza e un ingresso imponente che invita i passanti ad entrare. E’ la chiesa cristiana protestante “Gesù Cristo è il Signore” di San Martín a Caracas su cui si staglia l’insegna azzurra che dice “Centro di aiuto spirituale”. Gli addetti della chiesa quasi si inchinano al mio ingresso nel grande salone, dove una trentina di credenti pregano in piedi e al ritmo di canzoni allegre.

Il giovane pastore in cravatta attinge da una bacinella di bronzo con un ramoscello verde e sparge l’acqua benedetta sulle borse delle donne in fila nel centro della chiesa che intonano un’aria che dice “se ne vada la miseria!”.

Luisa, nipote di un italiano, a 21 anni già casalinga, guarda fisso il pastore nero che gesticola sorridente al centro della sala senza perdersi nemmeno una parola della sua accesa predica mattutina.

Continuar leyendo “I giovani e la fede: i ‘nuovi cristiani’ e i salesiani”