Scoperte altre fosse segrete riempite con le vittime dei narcos

CITTÀ DEL MESSICO – Sono stati scoperti 17 corpi in 2 fosse segrete nello stato di Guerrero e sembra che le autorità ne stiano cercando molti altri. Il Messico negli ultimi anni ha registrato un’ascesa vertiginosa della violenza dei narcotrafficanti che esercitano un vero e proprio potere nel paese e la comunità internazionale non se ne preoccupa, anzi dipinge Calderón come un gran difensore dei diritti umani.

I corpi sono stati ritrovati nella città di  San Miguel Totolapan, che è una regione nota per la produzione di marijuana e oppio ed è pure una via intermediaria per il traffico della cocaina.

Si tratta della terza volta in meno di un anno che le autorità trovano fosse comuni segrete nella costa pacifica dello stato. Qui, dopo la morte nel 2009 del capo Arturo Beltran Leyva della medesima famiglia responsabile del narcotraffico nella zona, si sono formate due fazioni, ora rivali, che si stanno facendo una spietata guerra per il controllo totale della droga.

A novembre scorso la polizia ha scoperto 18 corpi in una fossa segreta appena fuori Acapulco. Queste persone facevano parte di un gruppo di 20 turisti che sono stati rapiti mentre visitavano la località turistica. Due di loro risultano ancora scomparsi.

A maggio invece le autorità hanno trovato altri 55 corpi dentro una miniera di argento abbandonata vicino a Taxco, in quella che era apparentemente divenuta una fossa comune per omicidi legati al traffico di droga.

Ma la macabra lista continua con altri 4 corpi uccisi a colpi di pistola, trovati martedì lungo l’autostada che collega Acapulco a Città del Messico. A soli 50Km, nello stesso tratto, il giorno prima sono stati uccisi 4 poliziotti che facevano parte della scorta del comandante di polizia Humberto Velazquez. E sempre martedì altri 4 morti, trovati uccisi dentro un Hotel nella città di Atoyac de Alvarez; due di loro erano i proprietari.

A Nord Tijuana è controllata dall’Organizzazione Arello Felix, Ciudad Juarez è sotto l’Organizzazione Carillo Fuentes mentre Culiacan è zona gestita dalla banda Sinaloa.

Nella costa sul Mar dei Caraibi  Monterrey e Nuevo Larredo sono sotto i potenti Los Zetas e nel territorio, in particolare nella vicina Reynosa, operano i Gulf, ed è guerra aperta.

A Sud sulla costa pacifica Guadalajara è sempre sotto il controllo della Sinaloa, Morelia è dominata dalla Familia Michoacana e Cuernacava è sotto il comando dell’Organizzazione Beltrand Leyva.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Mexico e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Scoperte altre fosse segrete riempite con le vittime dei narcos

  1. kimberly ha detto:

    yeah nice

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...