Le conseguenze dell’alluvione

RIO DE JANEIRO – Cambiamento climatico vuol dire anche disastri per le popolazioni più povere del mondo. Questa volta tocca ai brasiliani che vivono nelle favelas di Rio. I morti già sono più di 160.
Da tre giorni la pioggia batte incessantemente sull’area di Rio de Janeiro. I morti superano ormai i 160, i feriti sono 161 e si contano 15 mila senza tetto. Nella città satellite di Niteroi la situazione è drammatica.

Al momento, più di 200 abitanti di una favela della zona, sono rimasti sepolti da una frana. Fango e spazzatura si sono riversati sulla popolazione carioca.

La conseguenza drammatica di queste grandi piogge preoccupa il Comitato Olimpico Internazionale (COI), il quale si interroga sulla sicurezza che la città potrà garantire allorché si svolgeranno i giochi previsti per 2016.

I membri del COI si riuniranno a breve con i dirigenti dell’ ente organizzatore di Rio 2016 per valutare le conseguenze dei danni provocati da queste piogge e inondazioni alle istallazioni e ai cantieri già aperti per i Giochi che succederanno a quelli di Londra 2012.

Il leggendario stadio del Maracaná, cosi come la palestra Maracanazinho, impianti considerati già idonei per l’evento del 2016, hanno sofferto importanti danni. Tanto che, ad esempio, il Maracanà è stato costretto a posticipare l’attesa partita tra il Flamengo e l’Universidad de Chile, valida per la coppa Libertadores.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Brasile e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...