Da miss Tanga a ‘mula’

BUENOS AIRES – Proprio tutti i tipi di persone si prestano a guadagnare una bella somma come ‘mulas’ (corrieri). L’organizzazione della top model colombiana, Valencia, usava solo donne avvenenti per trasportare la cocaina dalla Colombia a Buenos Aires e da lì anche in Italia.

Ci sarebbe anche Roma tra le destinazioni finali di una rete di narcotrafficanti della quale faceva parte una ex top model colombiana, Angie Sanclemente Valencia, scomparsa qualche settimana fa a Buenos Aires, ma che nei prossimi giorni potrebbe consegnarsi alla giustizia.

Secondo i magistrati, Valencia, – che nel suo paese è stata ‘Regina del Caffé’, ‘Miss Tanga’ e ‘Bambina Bogota’ – aveva un ruolo chiave in una rete narco organizzata per portare droga da Buenos Aires a Cancun (Messico), e da lí in Europa. A quanto pare, “una delle possibli destinazioni” finali dei carichi di cocaina “è l’Italia, visto che le autorità locali hanno scoperto una valigia in partenza per Fiumicino”, afferma la stampa argentina.

La Valencia, 31/enne, ha detto di “essere innocente”, mentre il suo legale ha fatto sapere che è pronta a testimoniare, evitando però il carcere. “Vista la sua bellezza, teme di essere violentata”, ha precisato l’avvocato, smentendo d’altra parte che la sua cliente sia stata sposata con il capo narco messicano Carlos Cabañas Catzin, noto come ‘Il mostro’. Secondo le accuse dei magistrati, l’organizzazione della Valencia utilizzava solo ‘mulas’ (corrieri) donne: i carichi in partenza per l’Europa dovevano infatti essere trasportati da giovani ragazze, tutte belle, molte delle quali ex modelle o comunque con esperienza nel mondo delle passerelle.

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión /  Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión /  Cambiar )

w

Conectando a %s