Un concentrato di Sicilia in un’ambiente d’elite

I ravioli di caprino, pere al Marsala e miele al peperoncinoCARACAS – Un concentrato di Sicilia servito a tavola con un’ampia gamma di piatti ‘intensi’. Questo propone il ristorante “Il Mulinazzo” inaugurato a gennaio a Caracas. Lo chef con due stelle Michelin dirige due locali omonimi a Palermo e Mosca. I piatti certo non sono per chi arriva a tavola con lo stomaco vuoto.

Dopo l’apertura di due ristoranti famosi, uno vicino Palermo ed uno a Mosca, lo chef siciliano Nino Graziano ha deciso di fondarne uno nuovo in Venezuela per portare i sapori dell’isola mediterranea in quella terra che ha accolto tanti suoi corregionali.

Graziano, nato nel paesino di Bolognetta vicino Palermo, oltre ad essere stato insignito di due stelle Michelin, ha una lunga esperienza nella ristorazione: dopo aver studiato in Sicilia, lavorò prima in Svizzera poi in Francia dove conobbe il meglio della cucina del paese, aprì il primo “Mulinazzo” negli anni ’80 e infine “Semifreddo” a due passi dal Cremlino.

“La Sicilia mi stava stretta – dice Graziano -, dopo essermi impregnato della cucina francese, sono tornato alle mie radici per poi ripartire lontano e offrire una ‘cucina del sapore’ dove i piatti abbiano il sapore di quello che devono sapere e il gusto della vera gastronomia siciliana”.

“Il Mulinazzo” propone sia piatti tradizionali dell’isola come gli asparagi con l’uovo all’occhio di bue, le tagliatelle alla Norma, il risotto alla Pescatore            , che vere e proprie invenzioni del rinomato chef con il ‘tocco’ siciliano ed elementi della cucina francese come il petto di anatra con mele al Calvados, salsa al porto e purea di sedano o i ravioli di caprino, pere al Marsala e miele al peperoncino.

I sapori dei piatti di Graziano si intrecciano fino a creare un gusto nuovo unico e armonioso, senza mai però sopraffarsi l’uno con l’altro. Sono poi accompagnati preferibilmente da vini bianchi rigorosamente italiani e provenienti da quasi tutte le regioni della Penisola.

“Il cibo deve essere in sintonia con il vino – spiega la sommelier Ellen Rodriguez -. Offriamo un’ampia scelta: dai Chianti della Toscana, all’Uva Fiano della Sicilia, ai vini per accompagnare i dolci come il Reciotto o il Moscato, spumanti come il Fratina Cuvé e champagne come il Veuve-Cliquot”.

Entrando nella sala colpiscono le pitture con scorci italiani alle pareti e le poltroncine di pelle nera ordinate intorno ai tavoli per ogni commensale. I due vani più un privé, dove lavorano otto camerieri vestiti di tutto punto, sono arredati in un barocco in versione moderna, con candelabri d’argento, grandi specchiere con cornici in legno, tende lunghe ricamate e portaombrelli all’antica.

Per quanto riguarda la creazione del menù, Graziano sottolinea come sia fondamentale sapere individuare i cibi freschi e di qualità del paese:

“In Venezuela il pesce, i pomodori e le verdure sono ottime. Per questo motivo è facile fare una buona cucina siciliana qui. Noi importiamo dall’Italia il 40% degli ingredienti usati e il 60% è locale, ciò non sottrae la caratteristica originale ‘siciliana’ alla cucina”.

Ma Graziano non può essere sempre presente a Caracas, visto che dirige anche due altri omonimi ristoranti dall’altra parte dell’oceano, e chi segue la cucina è il sub-chef di origine italiana Tony de Luca con una squadra di quindici persone.

Ovviamente la cucina non è tutta sostanza, ma è anche forma. Fondamentale è la presentazione dei piatti stile ‘nouvelle cuisine’, “Il Mulinazzo” cura infatti sia l’abbinamento dei colori delle pietanze che la disposizione originale sul piatto affinché il commensale rimanga sorpreso anche solo alla vista sul vassoio. 

Barbara Meo Evoli

www.meoevoli.eu

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunità italiana e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...