Una goccia di giustizia: condannati sei militari colombiani

Colombia Independence Day

BOGOTÀ – Sono centinaia i contadini, lavoratori e sindacalisti uccisi dai paramilitari e dai militari in Colombia. Si tace su questo massacro ma ci sono tante prove, tra cui i ritrovamenti delle fosse comuni. Ieri sono stati condannati 6 militari colombiani per aver ucciso un agricoltore nel 2006. Una goccia di giustizia nell’oceano delle violazioni dei diritti umani nel paese.

Un giudice del dipartimento colombiano di Putumayo, al confine con l’Ecuador e il Perù, ha condannato a 19 anni e un mese di reclusione un ufficiale, tre soldati attivi e due riitirati dall’esercito per l’omicidio di un agricoltore, commesso nel 2006.

Il crimine è stato eseguito il 6 agosto 2006 durante una festa popolare nella piazza principale del paese, Villa de Leyva, nel comune di Puerto Asís (Putumayo).

Secondo l’accusa, in questo luogo i militari condannati avrebbero spinto alcuni contadini a mettersi a faccia in giù e poi colpire Douglas Antonio Pérez Sibajá con colpi di arma da fuoco.

Varie organizzazioni non governative hanno denunciato in passato le numerose violazioni dei diritti umani compiute dai membri dell’esercito colombiano, in particolare nei dipartimenti al confine con Perù e Ecuador.

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión /  Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión /  Cambiar )

w

Conectando a %s