Sui banchi delle scuole italiane in Venezuela

aperturaSono due le scuole paritarie a Caracas che offrono l’insegnamento in italiano seguendo i programmi ministeriali: il Colegio ‘Agustìn Codazzi’ e il ‘Bolìvar y Garibaldi’. Ma l’istruzione privata costa, e ovviamente le scuole italiane, che ricevono finanziamenti dal governo del Belpaese, in Venezuela sono solo private.

CARACAS – Oggi è ricominciata la scuola per tutti. Bambini e adolescenti hanno indossato le divise e al suono della campanella sono entrati in aula. Qualche genitore ha optato per l’istruzione privata, qualcun’altro per la pubblica. Qualche alunno aveva iniziato il 14, altri il 16 e oggi gli ultimi si sono seduti ai banchi.

Nonostante il drastico taglio del governo italiano per la diffusione della cultura nostrana all’estero, le scuole venezolane che impartivano lezioni di lingua e cultura italiana come lingua straniera in Venezuela continuano a impartirle. Le scuole paritarie che ricevono un finanziamento più sostanzioso continuano a funzionare offrendo le materie della scuola italiana in italiano e le quattro materie venezolane in spagnolo.

Ma l’istruzione privata costa, e ovviamente l’istruzione italiana in Venezuela è solo privata.

Solo il materiale necessario per seguire le lezioni: quaderni, penne, astuccio, zaino.. e tutto il resto, ha un costo medio annuale di 300 Bs. A questo bisogna aggiungere il prezzo dei libri, considerando che quelli venezolani per le superiori oscillano fra i 50 e i 70 Bs, si spende in totale sui 300 Bs. Più cari sono i libri di testo italiani: ognuno costa in media 18 euro, comprandoli tutti nuovi si arriva a più di 120 euro. E poi ci sono le divise. L’uniforme completa della scuola Agustìn Codazzi costa 385 Bs. Quella di una scuola pubblica sui 150 Bs.

“Siamo l’unico liceo scientifico paritario, oltre a uno in Perù, in tutta l’America latina – afferma orgogliosa della struttura Eleonora Vaccaro, la vice-presidente -. Tutti i professori della scuola italiana sono laureati e abilitati all’insegnamento in Italia. Gli alunni sono 200, ed inoltre vi sono altri 450 della scuola venezolana”.

“Seguiamo i programmi ministeriali italiani adattandoli al contesto venezolano – spiega la vice-preside della scuola media, la professoressa Barbara Aprile, sottolinenando che  la nuova ‘Legge dell’istruzione’ non incide su questi programmi -. Inoltre offriamo varie attività extra-curriculari come ‘La settimana della lingua italiana’, il concorso di poesia, il ‘Giorno della Memoria’ per non dimenticare le vittime della Shoà e il ‘Giorno del Ricordo’ sullo sterminio delle Foibe”.

L’insegnamento in italiano ha un costo: per la scuola superiore la retta è di 1.400 Bs, rispetto ai 407,88 della venezolana.

L’altra scuola paritaria, in funzione da tre anni, in Venezuela è il ‘Colegio Simòn Bolìvar y Giuseppe Garibaldi’ che offre le lezioni in italiano dalla scuola materna fino al liceo tecnologico-informatico. Gli alunni della parte italiana sono oltre 200, rispetto agli 800 di quella venezolana in cui si impartiscono le lezioni di italiano come lingua straniera.

“La struttura comprende diversi laboratori – spiega il preside Claudio Milazzo -: da quello informatico per i piccoli della materna, a quello per i più grandi del liceo di fisica, chimica e biologia con tutto l’occorrente per fare gli esperimenti”.

“Questa è una grande famiglia” afferma la madre del preside e fondatrice della scuola accerchiata dagli alunni. Liboria Scopazzo si è diplomata in Italia ed è stata una delle prime donne a laurearsi in matematica in Venezuela.

Qui la retta per la scuola venezolana e italiana è la stessa: 444 Bs per le elementari e 463 Bs per le medie e il liceo.

Senza entrare nel merito della qualità dell’insegnamento, facciamo un paragone con l’istruzione pubblica e privata  venezolana. La retta di una scuola privata antica come ‘Nuestra Señora de Las Mercedes’ sull’av . Andrés Bello, che esiste da quasi cinquantanni , è per gli anni del liceo di 300 Bs e la divisa costa sui 250 Bs. A poche centinaia di metri vi è la scuola pubblica bolivariana ‘José Martìn’ che offre gratuitamente colazione, pranzo, merenda e dispone del campo da basket, il laboratorio di informatica e la palestra.

Le altre scuole private che insegnano lingua e cultura italiana dalla materna al liceo, anche loro destinatarie di un finanziamento, seppur minore delle paritarie, sono undici e si trovavano in vari stati del Venezuela.

Barbara Meo Evoli

www.meoevoli.eu

Annunci

Informazioni su barbarameoevoli

Reporter
Questa voce è stata pubblicata in Comunità italiana e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...