L’Ecuador rifiuta il ddl sicurezza italiano

Il decreto sicurezza visto dall’America latina: una vergogna

ddl sicurezza

Il governo dell’Ecuador ha espresso il suo “più profondo rifiuto” alla nuova legge migratoria dell’Italia, che ha condannato perché “limita il diritto alla mobilità delle persone, chiude paradossalmente le condizioni per facilitare un’immigrazione regolarizzata ed aumenta gravemente le pene contro le persone senza documenti, alimentando in questo modo la spirale di violenza xenofoba che subisce l’Italia negli ultimi mesi e favorendo la sorta di pratiche di repressione sociale”.

In un comunicato diffuso dalla “Segreteria Nazionale del Migrante”, l’esecutivo ha sottolineato che con la nuova normativa, un immigrante senza documenti può essere privato della sua libertà fino a 6 mesi, sottoposto al pagamento di multe molto alte e impossibilitato ad accedere agli uffici pubblici.

“I cittadini italiani sono obbligati a denunciare una persona senza documenti e per questo motivo sono costretti a non sviluppare accordi di solidarietà e costruire spazi d’intercultura e integrazione sociale” ha sottolineato.
Il governo ha segnalato che “incorniciata nella logica restrittiva delle ultime legislazioni europee, la Legge sicurezza ignora l’apporto fondamentale che ha realizzato e realizza la popolazione migrante per il sostegno dell’economia dello Stato del benessere italiano”. Per tutto questo “condanna” l’attuazione della legge che “consacra definitivamente la regressiva politica del governo italiano in materia di rispetto ai diritti umani” e “studia l’attuazione immediata di misure per il rafforzamento della garanzia dei diritti dei suoi nazionali nel territorio italiano”.
Inoltre “imputa la responsabilità al governo italiano per l’attuazione di arbitrarietà amministrativa o di violenza sociale che colpisca qualsiasi cittadino ecuadoriano che si trovi in Italia”.

www.meoevoli.eu

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Italia - America latina e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...