Finalmente i dentisti di Barrio Adentro diventano dipendenti pubblici

 

Un centro di diagnostica integrale

Un centro di diagnostica integrale

CARACAS – Dopo mesi di protesta, venerdì sono stati stipulati i contratti a tempo indeterminato per 193 dentisti venezuelani della missione Barrio Adentro di Caracas. Nel salone principale del ministero della Sanità in un atto ufficiale in presenza di circa 400 persone il coordinatore del programma sanitario nella capitale Jorge Hontoria ha consegnato ai dentisti il riconoscimento ufficiale come funzionari pubblici. «La missione – dichiara Hontoria alla Voce d’Italia – sta raggiungendo i suoi obiettivi. Abbiamo cominciato nel 2002 con la costruzione di strutture sanitarie in tutte le zone della capitale, anche nei luoghi di più difficile accesso come nei barrios con la meta di garantire la salute gratuitamente a tutti i cittadini nelle proprie comunità». Secondo gli accordi ALBA «all’inizio il personale medico era composto quasi solo da cubani rimasti nel paese in media cinque anni, e progressivamente sono stati sostituiti da venezuelani, tanto che oggi i medici connazionali rappresentano un quarto del personale».

«Oggi 193 dentisti hanno acquisito la stabilità lavorativa – conclude Hontaria – ma è solo l’inizio del cammino della regolarizzazione di tutto il personale di Barrio Adentro».

La mobilitazione iniziata da medici e infermieri l’anno scorso ha quindi portato i suoi frutti. Ma le critiche rimangono molte. Le strutture sanitarie sono in degrado dopo più di cinque anni di uso e mancano molti strumenti di lavoro e medicinali, in particolare gli apparecchi dentali. A tale richiesta il coordinatore della missione diretta a garantire delle cure integrali e gratuite per tutti risponde che «sono consapevole che le mancanze sono molteplici ma i fondi sono già stati destinati alla ristrutturazione degli edifici, un dato da rilevare comunque è che le case di cura si trovano in zone di difficile accesso». «Bisogna soffermarsi sul fatto che adesso – sottolinea – nessuno muore più perché non arriva in tempo all’ospedale perché i cosidetti moduli, dove lavorano e vivono i medici, sono dislocati ovunque nella capitale».

«L’altra importante richiesta – afferma la portavoce dei dentisti di Barrio Adentro Humary Motta – riguarda lo stipendio che a giugno è stato diminuito da 2 mila a 1.483 Bs F e ciò viola il decreto 6051 all’art.3 che sancisce l’obbligo di mantenere il salario a un valore uguale o superiore». Sul punto Hontaria ricorda che «in realtà lo stipendio è stato aumentato per i dentisti, considerando tutti i benifici che gli sono stati riconosciuti con il contratto collettivo a tempo indeterminato, come i contributi, le ferie, la sicurezza sociale, ecc.».

Un’altra grave preoccupazione per il settore odontoiatrico, che è stata espressa dalla portavoce Delia Rojas, 35 anni e in cinta, è la presenza del mercurio nel sangue di molti lavoratori e a volte anche dei figli, «si stanno facendo gli esami necessari – afferma la coordinatrice di odontoiatria di Barrio Adentro Ana Carina Lorca – per accertare l’impregnazione da mercurio nei dentisti, e in caso di risultato positivo all’esame i soggetti saranno sottoposti al trattamento obbligatorio e riceveranno un periodo di riposo».

I dentisti di Caracas sono consapevoli che la recente vittoria nella battaglia è solo un primo passo e che il risultato è anche un importante impulso affinché il nuovo status acquisito si propaghi in tutto il paese. Dopo cinque anni di precarietà, i dentisti della missione che sono sempre stati pronti a difendere i principi di solidarietà di Barrio Adentro, guadagnando uno stipendio minore di quello che otterebbero nel privato e utilizzando la metà della propria giornata lavorativa per garantire l’accesso alla salute anche ai più poveri nei quartieri più emarginati, hanno visto riconosciuti i propri diritti lavorativi.

Barbara Meo Evoli

www.meoevoli.eu

Annunci

Informazioni su barbarameoevoli

Reporter
Questa voce è stata pubblicata in Politica e Cronaca e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...