Storie di donne

Stela Maria Todaro

Stela Maria Todaro

Abbandonata dalla madre e adottata da una famiglia del quartiere della Boca, è stata abusata del patrigno, poi ha sopportato la violenza fisica e morale anche del primo e del secondo marito. Ha preso cura dei figli quando erano dipendenti del crack e malati di AIDS, ed è stata accanto a loro quando la morte li ha portati via, lei a 24 e lui a 26 anni. Ha perso un occhio per un colpo ricevuto per gelosia da un’altra donna. Da vent’anni è siero positiva per contagio del suo ex marito.

Stella Maris Todaro, 54 anni, oggi è la responsabile di un programma di prevenzione contro l’AIDS, organizza un programma settimanale nella Radio comunitaria Grafica e ha organizzato campagne di sensibilizzazione contro il Crack.

Marcela Veronica Morales

Marcela Veronica Morales

Si è ritrovata sola a otto anni, dopo aver perso la madre e la nonna. Ha cominciato a vendere fiori all’entrata di un cimitero per procurarsi da mangiare, ha lavorato tutti i giorni tutta la vita e non è potuta andare a scuola. Ha una sorella malata con tre figli, perciò ne deve mantenere sei in totale.

Marcela Veronica Morales, 37 anni, ha messo in piedi una mensa per i bambini poveri del quartiere della Boca da sola senza l’aiuto e il finanziamento di nessuno. Oggi la mensa si chiama “Pancia piena, cuore contento” in ricordo della sensazione che provava lei stessa da piccola. La mattina all’alba passa per tanti piccoli negozi, la frutteria, l’alimentari, la panetteria…, e così raccoglie gratis gli ingredienti necessari per preparare da mangiare ai bambini della mensa.

Cristina Mangravid

Cristina Mangravid

Ha voluto studiare tutta la vita ma non ha mai potuto poiché nella sua famiglia l’insegnamento era esclusivamente per i figli maschi. Si è battuta rischiando la pelle contro la dittatura militare (1976-82) e poi per i diritti delle donne.

Cristina Mangravide, 57 anni, ha creato nel quartiere della Boca la cooperativa “Porteñol” di alfajores, il tipico pasticcino che si produce solo in Argentina. Oggigiorno prende i ragazzi che vivono per la strada in condizioni di necessità e li insegna a cucinare gli alfajores rendendoli parte attiva del progetto della cooperativa. Poi vende i prodotti artigianali ai turisti con una piccola casetta di cartone itinerante per la zona turistica vicina di Caminito.

Claudia Patricia Bombace

Claudia Patricia Bombace

Sono morti i suoi due fratelli, che le facevano da genitori, in uno scontro con la polizia quando era adolescente. È stata militante prima, durante e dopo la dittatura militare. Ha capeggiato molte proteste per i diritti delle donne a Buenos Aires. Ha un figlio adolescente tossicodipendente.

Claudia Patricia Bombace, 46 anni, è stata la prima segretaria donna del Partito giustizialista (peronista) nel quartiere de La Boca, oggigiorno svolge corsi di alfabetizzazione nelle zone più povere della città e si occupa della formazione e del reinserimento nella società dei ragazzi di strada della Boca.

Di storie così ce ne sono tante…

Barbara Meo Evoli

www.meoevoli.eu

Annunci

Informazioni su barbarameoevoli

Reporter
Questa voce è stata pubblicata in Argentina e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...